giovedì 28 agosto 2008

Issak e la sicurezza-io


A Stokville, nelle scuole s'insegnava a tutti gli studenti, fin da quando erano piccolissimi, che bisognava sviluppare bene una certa cosa che qui per comodità riportiamo con il nome tradotto di sicurezza-io.

Anche le mamme ed i papà di Stokville erano molto attenti che la sicurezza-io crescesse in maniera armonica allo sviluppo fisico e mentale del proprio figliuolo.

Issak era un menestrello bravissimo ed essendo un profondo conoscitore delle pietre di Stokville aveva scoperto che si poteva incidere la propria voce su lastre di pietrasfoglia.

E che queste pietresfoglie potevano riprodurre il canto se infilate in piccole scatole contenenti un ago di lamina nerusta.

Così Issak cominciò ad incidere le proprie ballate ed i canti e a riprodurli tramite le scatoleneruste.In breve tempo riuscì a vendere sia le pietresfoglie che le scatoleneruste.

Non aveva il tempo di costruirle che già erano a suonare nella casa del capitano Kius o della signorina Mikje: tutti volevano la sua invenzione e tutti erano disposti a pagare profumatamente e a ringraziare di cuore Issak.

In breve tempo ovunque nelle case di Stokville c'erano almeno una scatolanerusta e decine di pietresfoglie.Soprattutto ai bambini, alle bambine, ai ragazzi e alle ragazze piaceva ascoltare la musica incisa da Issak.

E così Issak diventò molto popolare ed amato dal popolo di Stokville.

Ma la sua sicurezza-io cresceva a dismisura. Pensate era diventata assai più grande della sua testa.

La sicurezza-io si sviluppava come una sorta di gobba, ma, se proporzionata, era molto bella da vedere e rendeva il corpo robusto ed armonioso.

C'erano bellissime donne con una sicurezza-io così affascinante che era impossibile resistere alla loro seduzione e c'erano vecchi che l'avevano sviluppata così bene che restavano piacenti e interessanti fino alla fine dei loro giorni. Ma non per tutti era così.

Era facile incontrare giovanotti che sarebbero potuti essere bellissimi se la loro sicurezza-io non li avesse resi mostruosi o ridicoli.

Dei veri palloni gonfiati!

D'altra parte alcuni avevano talmente poca sicurezza-io da apparire monchi, deformi, con una scarnitura impressionante che a stento le mamme riuscivano a toccare senza provare quel ribrezzo che chiunque altro avrebbe provato.

Per questo educatori, insegnanti e genitori erano così attenti che la sicurezza-io crescesse bene ed in maniera giusta nei propri bambini.

I primi anni di crescita erano decisivi, ma anche quelli della giovinezza e dell'età adulta potevano influire sullo sviluppo armonico della sicurezza-io.A Stokville c'erano anche medici e maghi, maghe, farmacisti, erboriste e dietologi, biologi, vari studiosi che si occupavano della sicurezza-io.

Ogni giorno su tutti i giornali si potevano leggere le nuove scoperte, le terapie innovative o gli antichi rimedi, le cose da fare o le cose da evitare o da fare evitare ai più piccoli.

La sicurezza-io era così importante per il popolo di Stokville che condizionava totalmente la loro vita. Era sicuramente l'argomento principale delle loro conversazioni e influiva su tutte le decisioni: non si poteva fare un buon lavoro se sulle spalle non fosse stata visibile una bella sicurezza-io o non si poteva partecipare ad un concorso -fosse di lavoro, letterario o di bellezza- senza includere alla domanda la foto della propria sicurezza-io.

Eppure Issak aveva una sicurezza-io enorme, ma piaceva a tutti i giovani e anche a quelli meno giovani e ad alcuni vecchietti.

Pareva fosse proprio la sua mostruosità ad attirare la gente e che questa mostruosità si alimentasse dell'attrazione che la gente aveva nei suoi confronti.

Vari sociologi e psicologi cominciarono ad occuparsi di questo strano fenomeno: tutti gli adulatori di Issak ed Issak stesso avevano una sicurezza-io straripante, che li avrebbe dovuti rendere sgradevolissimi, invece erano davvero seducenti, affascinanti, irresistibili.

Issak soprattutto con quella sua enorme e bitorzoluta sicurezza-io era addirittura calamitante.

Sarebbe dovuto essere orripilante... riusciva a trasportare a stento la sua sicurezza-io... eppure appariva bello come un Adone, fulgido come un dio. Era acclamato dalle folle e desiderato dalle donne e dagli uomini. A mano a mano divenne l'essere più amato ed osannato.

I medici e gli studiosi smisero pure di fare esami ed accertamenti su questo fenomeno, che sembrava capovolgere anche tutti gli schemi della bellezza e della decenza.Insomma era in atto una Rivoluzione della Sicurezza-io ed Issak era il leader assoluto di questo movimento che inneggiava all'enormità della sicurezza-io.

Nacquero vari circoli e club, il più famoso dei quali era denominato The Big, poi c'era il The Bis ed una serie di altri che divulgavano il mito dello sviluppo estremo della sicurezza-io.Issak mise in onda anche Radio Sicurezza-io che, attraverso le scatoleneruste, divulgava musica e parole ed incitava a prendere coscienza del proprio corpo e ad esporlo nudo sulle spiagge e al mare di Stokville per esibire la propria traboccante sicurezza-io. Incitava gli ascoltatori a non vergognarsi delle dimensioni e suggeriva esercizi mentali e fisici per sviluppare al meglio la sicurezza-io. Erano cose semplici, ma funzionavano perfettamente ed utilizzavano spesso specchi, massaggi del partner, ampie scollature, creme ed unguenti miracolosi che lo stesso Issak vendeva assieme alle famose pietresfoglie che sembravano possedere un effetto magnifico sullo sviluppo della sicurezza-io.

Si cominciò ad asserire che questa fosse in assoluto la Rivoluzione più importante della storia di Stokville e chiaramente cominciarono ad esserci i primi scontri, perlopiù generazionali, che vedevano i vecchi professori, i docenti, alcuni genitori schierarsi contro i sostenitori più accaniti del pensiero della liberalizzazione della sicurezza-io come massima espressione di cultura e di arte.

Le giovani donne soprattuto avevano iniziato a camminare mezze nude con le spalle scoperte fino al culo per dimostrare che la loro sicurezza-io era pressoché illimitata ed ingombrava tutta la spina dorsale.

Questa nuova moda inviperì alcune vecchie di Stokville e tutti i vari santoni e le streghe, gli stregoni, tutti gli appartenenti alle sette conservatrici che avevano sempre professato la morigeratezza della sicurezza-io.Ci furono delle vere e proprie rappresaglie. E ci furono i primi morti. I primi martiri.

Issak tuonava da Radio Sicurezza-io e gli animi dei giovani s'infiammavano inturgidendo sempre più le loro gobbe.

I sostenitori della sicurezza-io divennero simili ad enormi tartarughe ed il loro carapace era uno scudo invincibile.

In breve tempo furono molto più robusti e forti dei loro avversari e siccome erano anche più giovani e professavano il sesso-sicurezza-io-liberalizzato divennero molto più numerosi ed i loro figli erano già grandi a pochi mesi.

La Rivoluzione durò nove anni.

A poco a poco, così come erano state costruite e distribuite le scatoleneruste cominciarono ad incepparsi... poi a bloccarsi del tutto, fino a diventare totalmente inutilizzabili.

Contemporaneamente tutti i rivoluzionari cominciarono a sentire uno strano sgonfiamento della sicurezza-io e le donne non ebbero più piacere a esporre la loro schiena nuda. Anzi tutti cominciarono dapprima ad avvertire un senso di prurito e poi ad avere un vero e proprio fastidio, un bruciore, una sensazione dolorosa di vergogna.

Qualcuno suppose che Issak si fosse improvvisamente sgonfiato, qualcuno altro asserì che era esploso... si disse pure che era fuggito, che aveva ingoiato quintali di lamina nerusta ed era morto... certo è che di lui non s'ebbe più notizia.

Dopo molti anni, quando la sicurezza-io non era neanche più visibile ad occhio nudo, ma era semplicemente uno stato d'animo dimenticato e le persone avevano paura anche di comunicare tra loro, si seppe che Issak era stato considerato pericolossissimo per l'igiene mentale e la sicurazza pubblica e, da un tribunale semi-clandestino artefice pure della manomissione delle scatoleneruste, era stato incarcerato. Proprio in galera era morto senza avere neanche la possibilità di parlare e di cantare perché gli era stato inflitto anche il taglio della lingua.

1 commento:

bluantho ha detto...

la sicurezza-io ipertrofica rende orrendi anche oggi che, ormai, non è più visibile. Mi son chiesta se si veda scrutando attentamente sul fondo dello specchio...

ciao!